Noduli: un paragone tra canto e l'attività sportiva

Escludendo alcool e fumo, nel 95% dei casi restanti i problemi alle corde vocali sono dovuti ad un prolungato e persistente abuso vocale, conseguente al mancato supporto di una tecnica adeguata.

Il cantante come un atleta - La tecnica
Facciamo un parallelo con l'attività sportiva: le gambe sono fisiologicamente strutturate per spostarci prevalentemente camminando, e di certo non lo sono per il salto in alto; eppure, una volta acquisita una specializzazione nel campo grazie alla padronanza della tecnica ed al costante allenamento, alcuni atleti sono capaci di prestazioni nel salto in alto al limite della capacità umana, e questo senza riportare danni o stress agli arti inferiori.
Allo stesso modo, la laringe è fisiologicamente strutturata per respirare e parlare, ma un buon cantante potrà essere in grado, acquisendo una tecnica adeguata, di specializzare l'uso del suo strumento fonatorio ottenendo prestazioni al limite della capacità umana senza mai riportare alcun danno.
Il cantante allora è un atleta delle corde vocali, del diaframma ecc.; la tecnica è quello strumento che gli permette un utilizzo molto particolare e specializzato della voce, rendendo al massimo e senza riportare danni.

Nello sport, non esistono facili scorciatoie
Noi tutti ben sappiamo che non esistono scorciatoie nello sport. Ci vuole costanza, allenamento, determinazione, sensibilità e rispetto verso se stessi ed il proprio corpo. Non ci si può improvvisare sportivi, pena gravi ripercussioni ad articolazioni, tendini o muscoli. Non ci si può nemmeno improvvisare allenatori; senza aver vissuto a sua volta "sulla propria pelle" una seria esperienza di training e di pratica sportiva sotto la guida di un esperto professionista, per l'allenatore improvvisato ed incompetente sarà molto facile combinare veri e propri "disastri", impostando malamente decine di giovani talenti pieni di passione e di aspettative per il proprio futuro, danneggiandoli talvolta in modo irreversibile.

La domanda che sorge spontanea allora è: perchè non dovrebbe essere lo stesso anche per il canto?
A quale allenatore hai voluto affidare la tua voce? Se canti e hai problemi alle corde vocali, poniti allora questa domanda: tu, cantante e quindi anche "atleta" delle tue corde vocali, a quale allenatore hai voluto affidarti?

Credi di aver fatto la scelta giusta? Non si direbbe, visti i risultati riportati dalle tue corde vocali.

In base a quale criterio hai scelto "proprio lui", forse perchè era quello più vicino a dove abiti o forse perchè era quello che costava di meno? Oppure, perchè avevi "sentito dire" che era famoso ed esperto?
Se invece hai optato per il "fai da te" come autodidatta, ebbene sappi che quasi nessuno può imparare a praticare alla perfezione uno sport senza potersi confrontare con l'esperienza altrui, e soprattutto con quella di un insegnante competente.

La triste verità è che non è vero che un insegnante vale l'altro; scegliendolo devi essere invece molto più selettivo di quanto tu non lo sia quando acquisti frutta o verdura. Ne va del tuo futuro, non commettere anche tu lo stesso errore di cui già troppa gente è rimasta vittima.

Se hai i noduli
Se hai sviluppato i noduli, è davvero molto importante affidarsi ad un esperto di foniatria artistica, ossia ad un foniatra che sia specializzato nel seguire i cantanti; possiamo certamente consigliarti di visitare il sito del Prof. Franco Fussi, importantissimo punto di riferimento nel panorama nazionale.

Se non hai i noduli
Se invece non credi di aver ancora sviluppato noduli, ma spesso soffri di affaticamento vocale, afonia o cali di voce dopo una lezione o dopo una esibizione, prima che sia troppo tardi faresti bene a prendere in seria considerazione l'idea di rivolgerti ad un "allenatore" Vocal Coach competente per sistemare i difetti della tua impostazione.

In tal senso, Cheryl Porter rappresenta senz'altro una tra le migliori scelte possibili nel panorama italiano come allenatore/preparatore vocale: avrai così modo di poter correggere la tua impostazione ed ottimizzare la tua tecnica imparando, anche e soprattutto, ad applicarla ai casi pratici, oltre a sviluppare la tua interpretazione, ampliare il tuo repertorio, ed eventualmente iniziare un concreto percorso come performer professionista (consulenza d'immagine e sessione fotografica, tuo primo CD professionale, tuo primo intero concerto come solista).

Per avere maggiori informazioni, contattaci senza alcun impegno.