Stai visualizzando la pagina: Vocal Coach --> Domande e Risposte

Domande e risposte su: Insegnante di canto e "Vocal Coach"

In natura, ogni essere vivente è in continua trasformazione. A volte tendiamo a comportarci ignorando il fatto che il tempo in realtà è trascorso, dimenticandoci che c'è un tempo ed un momento per tutte le cose: per iniziarle, così come per... finirle.
Ed andare avanti per la propria strada.


Ho iniziato ad andare da un certo insegnante di canto da qualche mese, come faccio a capire se va bene per me?
E' abbastanza semplice. Come ti senti con lui? Senti che ti sta davero aiutando a migliorare?
Per esempio: vedi dei reali e continui progressi? Hai la sensazione che le cose sono chiare e non avverti un senso di confusione? Ti sta aiutando ad ampliare l'estensione, ad aumentare la potenza e a curare la bellezza del timbro nei vari registri, senza comunque sforzare la voce? E' riuscito a correggere qualche tuo difetto?
Se entro 5 lezioni non noti nessun miglioramento che ti soddisfi, significa che questo insegnante non va bene per te e faresti bene a cambiarlo.

Sto frequentando lo stesso insegnante da qualche anno, e direi che mi ci trovo bene. Perchè dovrei cambiarlo?
Al di là del fatto che magari nutri un giusto sentimento di riconoscenza verso questo insegnante perchè ti ha certamente aiutato in passato, cerca di guardare le cose onestamente e con distacco: cosa intendi nel dire che "ti ci trovi bene"?
In tutti questi anni su cosa avete lavorato? Vi siete concentrati soltanto su un aspetto del canto ignorando totalmente tutti gli altri (es: soltanto vocalizzi, oppure soltanto nuove canzoni, ecc.), oppure ti ha fatto lavorare "a 360 gradi", curando in parallelo tecnica vocale, interpretazione dei brani e la varietà del repertorio?
Finita la lezione, ti senti stanco perchè lui ti ha "fatto lavorare" per davvero, oppure la lezione ti è piaciuta perchè è stata relativamente facile, dandoti la piacevole sensazione di sentirti bravo?
Stai ancora sensibilmente migliorando di lezione in lezione?
Infine, se senti che c'è ancora qualcosa che non sei ancora riuscito ad affrontare e risolvere, credi che il tuo insegnante potrà davvero aiutarti? Probabilmente qualcun'altro sarà in grado di farlo meglio; del resto, se dopo tutto questo tempo ti ritrovi ancora con quel problema, sarà difficile che il tuo vecchio insegnante sia in grado di fare di più di quanto non abbia già fatto.

Ho sentito parlare di un insegnante molto valido, ma ho saputo che non è molto economico, è più caro di tanti altri. Che fare?
Intanto, prova a frequentare una o due lezioni da questo insegnante. Se è davvero molto bravo e se è capace di soddisfarti producendo in te reali e continui progressi, vorrà allora dire che può valerne la pena; e, se il budget a tua disposizione è critico, prova a prendere in considerazione di abbassare la frequenza delle lezioni, per esempio, facendone solo due al mese piuttosto che quattro. Se questo insegnante è davvero tanto bravo, ne trarrai più beneficio così piuttosto che frequentandone uno mediocre quattro volte al mese.
In fondo, i bravissimi insegnanti al giorno d'oggi sono una specie in via di estinzione, meglio approfittarne.

...ma a me non va l'idea di spendere tanti soldi.
Quando dici che a te "non piace l'idea di spendere tanti soldi", cosa intendi dire?

Se intendi dire buttare via tanti soldi, ebbene a nessuna persona intelligente, ricca o povera che sia, piace farlo. Buttare via significa pagare per non avere niente di utile in cambio: tutto dipende se sarai soddisfatto o meno di quanto riceverai.

Se intendi dire che non ti va di investire tanti soldi, la risposta è, dipende da quanto tu vali, o meglio, da quanto tu credi di valere; forse pensi di valere poco e di non meritarti quell'investimento.

Se intendi dire che non è giusto che un insegnante debba costare così tanto non importa quanto bravo sia, non possiamo far altro che augurarti buona fortuna continuando nella tua ricerca di un Vocal Coach economico.

Più seriamente, se intendi dire che quei soldi non ce li hai proprio, prova a valutare se può valere la pena fare qualche sacrificio, risparmiando su qualcos'altro o rimediando una piccola entrata supplementare; solo tu sai se questa può essere veramente una scelta fattibile, e solo tu sai se ne potrebbe davvero valere la pena. Inoltre, se ritieni di avere talento e soprattutto tanta passione, umiltà e tanta voglia di imparare, puoi anche sottoporre francamente la tua situazione economica all'insegnante (credi, non c'è niente di cui vergognarsi), e vedere se lui, avvertendo il tuo talento e la tua "fame" di imparare, possa essere disponibile ad offrirti una borsa di studio o qualche agevolazione. Abbi fede! Bussa e... ti sarà aperto.

Io sono abbastanza contento di quello che sto imparando con il mio insegnante, perchè dovrei allora cambiarlo per uno più bravo e che mi costa di più?
Innanzitutto devi verificare che quest'ultimo sia davvero più bravo di quello che hai già; vai su Google e YouTube e fai le tue indagini sul suo conto, e poi prova a fissare un incontro con lui per sondare il terreno.
Proviamo poi a fare una considerazione di carattere generale: è vero che di solito la qualità "costa" un pò di più, ma è anche vero che investire nella bassa qualità spesso equivale a buttar via tempo e denaro, a volte rimediando anche danno; in fondo, si riceve per quello che si ha pagato.

Fatti allora questa domanda: sei davvero contento di come stai studiando e di come stai cantando adesso?
Sappi che, se la tua risposta non è "Sì, molto", ma è "Sì, abbastanza", allora la tua non è una buona risposta. Se dici "abbastanza", significa che dentro di te sai che potresti fare di più, ma non sai spiegarti perchè non ci riesci.

Fatti un'altra domanda: per quanto tempo sei andato avanti a "sbattere la testa contro il muro", facendoti seguire da uno o più insegnanti che non ti hanno portato da nessuna parte? Forse quando eri principiante non avevi tutta la confusione in testa che ora ti ritrovi (sarebbe interessante andare a riascoltare qualche tua vecchia registrazione... tanto per capire dove sei progredito, e dove, purtroppo, ti sei "bloccato" perdendo anche alcune personali e preziose qualità naturali che avevi).

Se davvero ti riconosci in questo triste ritratto, dovrai allora ammettere che quelli sono stati soldi buttati via.
Meglio spenderli diversamente, magari facendo solo una o due lezioni al mese, ma fatte bene e di cui TU ti senti davvero soddisfatto perchè finalmente puoi vedere dei reali e continui progressi, piuttosto che farne quattro di inutili, passate le quali ti ritrovi, se ti va bene, "abbastanza contento" e più o meno al punto di partenza, o, nella peggiore delle ipotesi, con blocchi mentali, una gran confusione in testa e tanti dubbi senza via d'uscita.

Quanto tempo ho perso con i miei insegnanti. Ho qualche speranza di poter recuperare al danno subìto, potrò ancora imparare a cantar bene?
Di solito, è più difficile "smontare" una stuttura completamente sbagliata per poi "ricostruirci" sopra qualcosa di nuovo, piuttosto che semplicemente costruire partendo da un terreno vergine; dipende comunque molto dal nuovo insegnante a cui vorrai affidarti, oltre che dipendere ovviamente dalle tue caratteristiche personali, da quanto "rigido" piuttosto che "malleabile" possa essere il tuo approccio fisico e mentale al canto.
Sicuramente, ci vorranno tempo, pazienza, tanta volontà ed applicazione.
Non tutto è perduto, trova un nuovo insegnante veramente affidabile (stando attento a non ripetere l'errore che hai commesso scegliendo quello precedente) e... una volta stabilito con lui un buon feeling, affidati con fiducia e con un atteggiamento mentale positivo.